Domiciliari con braccialetto elettronico per Leonardo Cazzaniga, il medico accusato delle morti in corsia a Saronno

La Corte d’Assise di Busto Arsizio ha accolto la richiesta dei legali dell’ex viceprimario del pronto soccorso, a processo per 12 morti sospette in corsia e tre nella famiglia della sua ex amante, l’infermiera Laura Taroni

Vai alla fonte originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *